Menopausa felice

 

Sento spesso donne che vivono questa fase della vita femminile come un periodo difficile se non addirittura negativo: variazioni del peso e della forma, nervosismo, emotività maggiore, vampate, timore di sviluppare osteoporosi, pelle e capelli diventano più sottili, la memoria e la concentrazione diminuiscono… insomma  lo scenario effettivamente non è dei migliori.

Eppure molte dimenticano che quando “sono diventate signorine” non era proprio tutto rose e fiori: emotività, nervosismo, gonfiore aumentavano già una settimana prima del mestruo, per non parlare della stanchezza e dei dolori addominali che alcune provano durante quei giorni,  fino all’organizzazione pratica per abbigliamento e attività sportive da fare che,  a prescindere dalle varie pubblicità di assorbenti con inno a libertà assoluta, sappiamo tutte benissimo quanto sia impegnativa.. e tutto ogni mese per circa 40 anni.

Insomma ogni periodo della vita di ciascuna di noi è costellato di momenti belli e momenti brutti, ogni situazione può essere vista in modo negativo o in modo positivo, e non per fingere che non ci siano anche le cose brutte, ma per esaltare quello che di bello c’è.

La menopausa è un fenomeno fisiologico che consiste nell’interruzione dell’attività delle ovaie e quindi del periodo fertile. In realtà le ovaie, anche dopo la scomparsa del mestruo, continuano a produrre piccole quantità di ormoni (estrogeni e androgeni) ma non sufficienti per poter protrarre il periodo fertile. Si chiede un ciclo della vita ormonale femminile e se ne apre un altro, ricco di opportunità,  di crescita personale e molto creativo.

Finiti i giorni in cui ci dovevamo occupare principalmente della nostra crescita professionale,  della casa e dei pargoli ci troviamo finalmente con più tempo per noi, con la possibilità di riprendere quell’hobby, che ci piaceva tanto, oppure la palestra,  che ci regalava quell’armonia mentale e fisica che ci mancata tanto,  oppure lo studio di una lingua straniera o quel corso che avremmo voluto fare ma abbiamo rimandato per assolvere al nostro ruolo di madre e/o donna in carriera. Infine non abbiamo più neanche il pensiero “di quei giorni” a limitarci, seppur poco, nelle nostre attività quotidiane. In una parola: libertà.

La menopausa rappresenta quindi un’opportunità, il momento di poter includere nella nostra vita un cambiamento positivo perchè incentrato su noi: riprendere o avviare una nuova attività lavorativa,  fare più movimento, imparare a prendersi finalmente un po’ più cura di se… è molto bello e sopratutto possibile. Certo gli impegni già avviati, la famiglia e il lavoro continuano ad essere una parte della nostra vita, tuttavia è innegabile che questo nuovo ciclo di vita femminile porti con se la voglia, e la necessità, di investire su se stesse, sulla nuova donna che è nata.

La cronaca è piena di donne che  hanno dato ottime dimostrazioni di capacità fisiche e mentali eccellenti sopratutto dopo i 50 anni: da Paddy Jones, la ballerina di 83 anni che a Sanremo ha fatto sognare tutte, a scienziate del calibro della Rita Levi Montalcini, che ha raggiunto fama e notorietà in tarda età.

Donne eccezionali? forse si o forse no, sicuramente donne che creduto in se stesse, donne che hanno visto se stesse come un essere  forte e completo anche con qualche ormone in meno.

Vediamo quindi in concreto come sostenere questa nuova fase della nostra vita con alcuni consigli semplici e naturali, da applicare quotidianamente nell’ottica di quella rinnovata voglia di star bene, di prendersi veramente cura di se, nel corpo e nello spirito.

Il vero e duraturo benessere si raggiunge con la presenza contemporanea di 3 strumenti indispensabili:

  1. ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA
  2. INTEGRAZIONE MIRATA
  3. MOVIMENTO

Tutti questi 3 strumenti dovranno tenere conto della loro capacità di portare benessere anche a livello emotivo, perché il vero equilibrio è dato dal benessere psico fisico.

In merito al peso, quello che oggi è valutato più pericoloso dai medici non è l’aumento in kg ma la posizione in cui il grasso si deposita nel corpo: il più infiammatorio e dannoso per la salute è quello addominale, perché è “attivo” a livello ormonale con effetto di stimolo della fame e resistenza insulinica.
Pertanto decidere di mantenere o riprendere la giusta “forma fisica” non è un vezzo estetico o un’azione da rimandare “a tempi migliori e più sereni” ma una polizza assicurativa sul proprio futuro.

ALIMENTAZIONE:
In linea generale gli studi confermano che per contrastare l’aumento di peso sono da privilegiare ai pasti:
Fibre vegetali attraverso cereali integrali, verdura e frutta fresca.
Proteine:  2 o + porzioni di pesce aa basso contenuto di metalli pesanti  (alici, sardine, sgombri, aguglia, merluzzo carbonaro, salmone selvaggio, halibut, gamberi, calamari, gamberettitrota d’acqua dolce), carni bianche come pollo e tacchino allevati a terra e nutriti senza mangimi OGM e legumi sono la scelta migliore.
Spezie: curcuma, cannella, pepe, zenzero, per le loro proprietà antifermentative, antiossidanti e antibatteriche.
Cioccolato fondente (>70%) antiossidante, ricco di triptofano, precursore della serotonina.
Semi e frutta secca:  Noci, nocciole, mandorle, semi di lino, di girasole, di zucca ricchi di omega 3 e 6, minerali e triptofano.
Vitamina D: pesce,tuorlo d’uovo, verdure a foglia verde scuro, olio di fegato di merluzzo, burro.

I seguenti cibi, sono indicati per migliorare l’umore, perché contengono nutrienti utili per produrre serotonina, “l’ormone della felicità”:
kiwi, ananas, verdure a foglia verde, banane, patate, cereali integrali, salmone, uova, spinaci, bietole, semi di zucca, prugne, zucca, legumi, pollo, tacchino, fichi secchi, avocado, fragole, mirtilli, germogli di soia, succo di Aloe Vera, erbette, noci, prugne.

INTEGRAZIONE:
• Vit. D (bassa nelle persone in sovrappeso, nelle persone che non si espongono tutto l’anno al sole, antiossidante, indispensabile per il metabolismo del calcio)
• omega 3 (antinfiammatori, utili per metabolismo zuccheri, umore, ansia)
• Cromo (basso nelle persone in sovrappeso, regola sazietà)

MOVIMENTO:
l’alimentazione equilibrata ci aiuta a mantenere e migliorare il nostro benessere fisico, ma anche il movimento, l’attività fisica costituisce un elemento necessario al mantenimento della funzionalità del corpo e all’equilibrio della mente. Ha molteplici importanti effetti:

abbassa lo stress e l’ansia e migliora il sonno per la produzione delle endorfine;

stimola il metabolismo delle ossa, tonifica i muscoli, molto importante anche in menopausa;

migliora la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti, migliorando la resistenza anche al caldo e freddo;

consuma calorie, quindi aiuta nella riduzione del peso se in eccesso.

CONSIGLIO:
Se non sei già allenata, scegli una attività sportiva leggera e piacevole es. camminata veloce, yoga, pilates, bicicletta, esercizi a casa, da fare quotidianamente o settimanalmente.

Semplici suggerimenti che ci aiutano a stare meglio e a vivere questa nuova fase della vita al meglio.

Infine, ricorda che la vita ci offre sempre l’opportunità di cambiare e di migliorarci, fisicamente e mentalmente, ogni cosa può essere possibile se crediamo in noi stesse e nella nostra capacità di evolvere e vivere la vita appieno.

1 thought on “Menopausa felice

Comments are closed.