torta senza glutine senza latte senza lievito

Torta San Valentino al cioccolato senza glutine

torta senza glutine senza latte senza lievitoEcco un’altra torta buona e sana, preparata con farine di cerali senza glutine (riso e tapioca) adatta anche ai celiaci ed a chi ha sensibilità al glutine. Inoltre é senza latte e senza lievito, con poco zucchero di canna.
La torta nella fotografia l’ho infornata in uno stampo a forma di cuore, decorata con marmellata di fragole, cacao in crema per il bordo del cuore e zucchero a velo: non é perfetta.. ma spero che sia di “ispirazione” per una cenetta romantica anche a casa Vostra o da portare come regalo al Vostro lui..
Ovviamente la ricetta é utilizzabile per ogni occasione, anche per una colazione leggera ma golosa, per iniziare la giornata con una coccola in piú (il cioccolato contiene triptotafono, l’amminoacido precursore dell’ormone serotonina, detto anche l’ormone del buonumore!).

Ingredienti per 10 porzioni:

50 g di farina di tapioca
100 g di farina di riso integrale
50 g di polvere di cacao amaro
100 ml di latte di riso
2 uova
100 di olio extra vergine d’oliva
40 g di zucchero di canna integrale
30 g marmellata di fragole

Procedimento:
Montate le uova con lo zucchero poi aggiungete l’olio, poi unite le farine di riso e tapioca, il latte di riso e la marmellata di fragole e girate, eventualmente aiutandovi con un robot da cucina o frullatore.
Infornate a 160 gradi per 1 ora.
Fate un cuore con la marmellata di fragole potete definire il bordo con una crema di cacao anche giá pronta o farla voi, e poi spolverate con lo zucchero a velo (si vede meglio il cuore rosso!)
Come vedete prepararla é semplice e veloce, potete anche usare altri gusti per la marmellata (buona anche quella di arance). La marmellata che uso nelle torte é comunque sempre bio e senza zuccheri aggiunti, come bio sono tutti gli ingredienti che uso.

Consiglio alimentare:
A colazione, potete accompagnarla con del té verde (antiossidante) o una spremuta d’arancia fatta al momento in inverno e in estate con un frullato di fragole (vitamine e minerali assicurati) a cui aggiungerete delle mandorle o nocciole che forniscono grassi sani (omega 3 e 6) e minerali, per una colazione sana e gustosa adatta a tutta la famiglia.

Buon appetito!

Proprietà nutritive di alcuni degli alimenti citati per la torta:

Riso (Oryza sativa) appartiene alla famiglia delle Graminacee, ma non contiene la proteina del glutine, quindi e quindi é indicato nella alimentazione dei celiaci e di chi ha una sensibilità al glutine.
Ricco di sali minerali, vitamine e amido é un ottimo energizzante, facilmente digeribile e particolarmente indicato per l’alimentazione anche dei bimbi piccolissimi o in caso di disordini intestinali. La presenza di crusca e gamma -oryzanolo rendono il riso integrale adatto a chi vuole controllare i valori del colesterolo.
Come per gli altri cereali, é da preferire integrale, in quanto la raffinazione impoverisce il chicco facendo perdere preziosi nutrienti e la fibra mentre la quota di amido resta invariata aumentando troppo l’indice glicemico.

Tapioca: é un vegetale ricco di amido, derivata da un tubero detto manioca una pianta dell’America del Sud. Naturalmente priva di glutine, é facilmente digeribile e molto usata anche nelle preparazioni per l’infanzia. Rende morbida la torta.

Uova: alimento proteico completo in quanto ricco di aminoacidi, minerali come es. il ferro che nell’uovo é ben assimilabile, vitamine del gruppo B, vitamina E , vitamina A e D (vitamina molto importante per il metabolismo del calcio e non solo..).

Olio d’oliva: ricco di acidi grassi insaturi e polinsaturi molto benefici per il benessere delle arterie, é anche facilmente digeribile e adatto anche all’alimentazione dei piccoli. Usato al posto del burro nelle torte o per cucinare non appesantisce il fegato (se non é usato per friggere..!) e da morbidezza all’impasto.

Cacao: é ricavato da una pianta dell’America meridionale chiamata Theobroma Cacao, contiene sali minerali come ferro,potassio, zinco, vitamine del gruppo B, teobromina, una sostanza simile alla caffeina, acidi grassi e l’amminoacido tripotafano. Ci sono studi che confermano che sia uno stimolante del metabolismo, che abbia un effetto vasodilatattore e diuretico. Il piú sano é quello fondente, ed ovviamente se preso in piccole quantitá.

P.S. Meglio non darlo ai bimbi troppo piccoli per gli effetti stimolanti, ma dopo il terzo anno di vita.

A cura di Sabrina Canè – Naturopata.

* Bibliografia:
Il potere curativo dei cibi di Dott. Michael T. Murray – Ed. Demetra.
Curarsi con gli alimenti di Fiorella Coccolo Naturopata – Riza.
Siti internet: www.riza.it
Precisazioni:
le informazioni sopra riportate hanno lo scopo di informare e aiutare la persona a ripristinare il proprio benessere attraverso l’alimentazione e le erbe.
In presenza di patologie è comunque necessario consultare il proprio medico curante.